Pubblicazioni

 

  • Qualcuno sa perché -  Fontana Edizioni Lugano (2018)

 

 

Per un attimo i due rimasero in silenzio. Adriana guardò sfacciatamente le labbra del suo interlocutore: ben modellate, carnose, rosee.

   - Non mi hai detto chi sei tu. Adriana e poi? -

   - Prometti che non ti metti a ridere e non scappi? –

   - Dipende; se non sei una vampira o qualcosa di simile… -

   - Peggio. Sono una poliziotta. Ma non sono in servizio, giuro! Tu invece, hai detto prima, non sei mai fuori servizio, vero? –

   - Già, – rispose Jo – forse un po' di deformazione professionale. Ma succede di sicuro anche ai poliziotti. Ho già avuto dei clienti in divisa. Certo che ne avete di buoni motivi per andare in terapia. Una volta si diceva che, per la vostra professione, ci voleva il pelo sullo stomaco; ora con le donne-poliziotto sarà tutto da verificare. –

Jorge rise dopo la battuta che, seppure un po' scontata, servì a smorzare la tensione.

   - Adriana Veri, commissario – disse Adriana porgendo la mano.

Jo la strinse con sicurezza accennando un buffo, e ironico, baciamano.

   - Jorge Manzini, strizzacervelli. - 

 

 

Qualcuno sa perché

 

           

Giovanni Soldati

  Fontana Edizioni

 

   lingua italiana / 2018

   168 pagine

   formato 13 x 20

 

   prezzo: fr 16.00

                                 

   ISBN 978-88-8191-485-2

 

   www.fontanaedizioni.ch

 

 

 

 

  • Il salto della lepre -  Edizioni Dominioni Como (2016)

 

Si passò una mano tra i seni, peraltro sepolti sotto una maglia a girocollo dal colore screziato indefinito, come a voler togliere delle briciole inesistenti. Il gesto tradiva una certa inquietudine.

- Calma – si disse – Al momento sono ancora un funzionario di polizia. -

Si fece portare una birra quasi a voler fare il paio con l'uomo che gli stava davanti. Magari avrebbe accolto quella scelta come un invito.

Ian Angelini: un uomo morto ma non troppo. Il commissario Veri pensò all'assurdità della situazione. La persona scomparsa e, finora, mai trovata, stava lì tranquillamente seduta a sorseggiare una birra in uno dei locali più frequentati di Zurigo. Sembrava volesse dire: "Eccomi, sono qua. Che aspettate?"

Invece disse:

- Sola? -                                                                


 

Il salto della lepre

 

           

Giovanni Soldati

                                Alessandro Dominioni Editore

 

   collana giallo dominioni - 5

   lingua italiana / 2016

   178 pagine

       formato 13 x 20

                                 

   prezzo: € 13.00

 

   ISBN 978-88-98911-24-0

 

   www.dominionilibri.it

 

Una leggenda ligure narra di una lepre che, inseguita da un cacciatore, preferì lanciarsi nel vuoto piuttosto che cadere nelle mani dell’uomo. Il balzo che pose fine alla sua esistenza la portò alla gloria immortale delle storie raccontate ai bambini nelle sere velate dalla malinconia dell’autunno. Quel dirupo, a picco sul mare, viene chiamato ancora oggi “Il balzo della lepre”.

 

Ian Angelini decide di sparire ma deve fare i conti con un passato difficile da dimenticare. Sulle sue tracce si mette Adriana Veri, commissario di polizia, anche lei, in qualche modo, in fuga da se stessa e alla ricerca di un riscatto. Nell’animo sono entrambi lepre anche se, a uno dei due, spetta il ruolo di cacciatore.

 

Di "Il salto della lepre" è stata prodotta anche una versione audiolibro per conto dell'UNITAS.

 

Il libro è reperibile anche su:

                             Ibs.it     LaFeltrinelli.it     libreriauniversitaria.it     Hoepli.it

                          MondadoriStore     Unilibro.it     Amazon.it 

 

 

 

  • Senza voce  -  Edizioni Fuoridalcoro Mendrisio (2015)

 

“Il primo fiammifero non si accende. Non lo fa apposta, naturalmente. Forse non se la sente di dare una scossa alla notte. Il secondo fiammifero Karenin se lo tiene per qualche secondo chiuso tra le mani. Quando lo sfrega con vigore sulla parte ruvida della scatoletta, un piccolo fuoco d'artificio gli illumina le pupille. Allora socchiude gli occhi e aspira con calma. Un filo di fumo va a stuzzicare la notte. In lontananza una capra bela la sua preghiera."

 

 

Senza voce

Giovanni Soldati

Edizioni Fuoridalcoro

collana Graffiti - 1

 

IT/2015

formato 16 x 22     

32 pagine + copertine e risguardi

 

con intervento grafico di Numa Del Parente

 

 

prezzo: CHF 39.00

 

 

 

Il racconto "Senza voce" è stato stampato presso Fiamenidesign§ - Handmadebooks (Milano) per conto delle Edizioni Fuoridalcoro di Mendrisio su carte Fedrigoni  con rilegatura manuale e pubblicato in copie limitate, numerate e firmate sia dall'autore sia dall'artista che si è occupato delle illustrazioni. Il progetto grafico/editoriale è di Massimo Fiameni, le illustrazioni all'interno di Numa Del Parente.

 

Di "Senza voce" è stata prodotta anche una versione audiolibro per conto dell'UNITAS.

 

 

Il libro è in vendita presso la libreria Dal libraio a Mendrisio (ultime tre copie!)

                     

 

 

  • L'ultima lettera  -  Armando Dadò Editore Locarno (2014)


“Amore è una scatola cinese. Non ci si accontenta, però di tutte le possibili aperture o chiusure. Non ci si può accontentare. Si entra e si esce dai tanti cassetti, finemente cesellati  di passione, con passi di irragionevole disorientamento. Può un omicidio, a seconda delle circostanze, essere considerato terapeutico?

L’arma che Antonio Martinez si portava in tasca non era che una delle tante metafore di un’esistenza vissuta fuori da ogni dove, in perenne ricerca di una partenza o di un ritorno. Lei, per qualche attimo, era sembrata un porto sicuro, una banchina dove stendere le illusioni a scaldarsi ai caldi raggi del sole.”

 

 

 

L’ultima lettera

Giovanni Soldati

 Armando Dadò Editore

 

IT/2014

formato 12,5 x 21      

116 pagine

 

 

ISBN 978-88-8281-390-1

prezzo: CHF 20.00

 

Venti racconti: una piccola raccolta per gli amanti del genere. In questa piccola antologia sono riportati anche quei racconti che hanno avuto un qualche riconoscimento ma, almeno fino ad ora, scarsa visibilità.

Come dice Sepùlveda: “La concisione del racconto esprime una forza narrativa contundente”. È da questa forza ruvida e, a volte, scomoda, che nascono i personaggi di Giovanni Soldati; tutti, a loro modo, spiazzati e spiazzanti. È un libro, “L’ultima lettera”, nel quale equilibri e disequilibri sembrano, una volta di più, giocare a rimpiattino.

 

 

Di "L'ultima lettera" è stata prodotta anche una versione audiolibro per conto dell'UNITAS.

 

 

Il libro è reperibile anche su:

                             Ibs.it     LaFeltrinelli.it     libreriauniversitaria.it     Hoepli.it     Unilibro.it

     Amazon

 

 

  • Rotte volutamente perdute - edizioni Fuoridalcoro Mendrisio (2013)

 

La barca solca i sogni / verniciati di fresco / di chi sa perdere / volutamente la rotta

tracciata da altri / che ancora non sanno / dove trovare / il pesce buono.

da Rotte volutamente perdute – La barca”

 

Plaquette di poesie in edizione limitata e numerata (60 copie).

L'intervento in copertina della pittrice Barbara Hunziker ha reso unico ogni esemplare. In effetti le Edizioni Fuoridalcoro non producono libri ma oggetti d'arte.

Le plaquettes sono realizzate a mano, con l'uso di torchi e carte pregiate e possono avere delle imperfezioni, emblema dell'originalità delle opere. Hanno una fisionomia a "fisarmonica" perché possano essere esposte e non riposte in libreria. Altra peculiarità sono le due copertine: la prima da libro, mentre sul rovescio vi è l'opera d'arte. A discrezione del collezionista decidere quale esporre, come viverla...

Le poesie non hanno una datazione precisa. Solo per "Muro di vetro" se ne intuisce la contemporaneità con il racconto e col libro omonimo. In questo caso gli stessi sentimenti sono racchiusi in poche, veramente poche parole. Del resto una poesia rappresenta, essenzialmente, un'emozione per chi la scrive e nel momento in cui la scrive. Il lettore non può che essere testimone o, forse, complice.

                                                              ESAURITO

 

  • Una linea sottile: omicidi quasi perfetti - Armando Dadò editore Locarno (2012)
 

- Ci sono tante ragazze curiose – disse Gisèle ammiccando – Non pensi che a qualcuno possa ancora far piacere credere nei sogni?

- I sogni non sono che sassolini gettati in acqua: creano cerchi, tanti cerchi, uno dopo l’altro. Ma quando credi che il movimento sia ormai diventato inarrestabile, la calma piatta torna a riprendersi i suoi spazi, lasciando i sassolini a giacere sul fondo buio”

da Una linea sottile: "Una linea sottile"

 

"Dio, com'era ancora bella! Anche per questo l'avrebbe uccisa... Ripiegò con cura la pianta della città e versò mezza bustina di zucchero nel caffé.

- Una linea sottile - pensò - separa il bene dal male; o forse no - Forse è solo la traiettoria di un proiettile a tracciare i confini di un destino che si spacca in due."

da Una linea sottile: "Ti troverò"

 

 

 

Due grandi città, Milano e Parigi, a fornire un surreale fondale a due storie di quelle che, solitamente, non vanno oltre la piccola cronaca. Due personaggi fuori luogo, in bilico sulla corda tesa del mondo, a confrontarsi con due cadaveri sbagliati o inutili. La follia, il disagio e una percezione distorta della verità, intravista attraverso la lente d'ingrandimento delle emozioni, sono il terreno fertile su cui si sviluppano le oscure vicende del dottor Nedo Bazzini, pneumologo, e di Rodolphe Parmentier, traduttore quasi per caso. Entrambi si muovono, non senza un certo smarrimento, tra provincia e città alla ricerca di un vagheggiato, quanto improbabile, equilibrio mentale.

 

Di "Una linea sottile" è stata prodotta anche una versione audiolibro per conto dell'UNITAS.

 

Il libro è reperibile anche su:

                             Ibs.it     LaFeltrinelli.it     libreriauniversitaria.it     Hoepli.it     Unilibro.it

     Amazon

 

 

  • Bellissima come una perla - edizioni Tolbà Matera (2011)

 

Quando gli altri mi vedono chinano il capo oppure guardano da un’altra parte. Cercano le parole giuste, centellinano i pensieri. Ne intuisci il dolore profondo e i mille perché che si affacciano alla loro mente.”

da “Bellissima come una perla”

 

 

 

Parole: Giovanni Soldati              Immagini e grafica: Graziella Cormio.

Il racconto è stato scelto dalla Associazione Tolbà di Matera per essere inserito in una collana di lavori a sostegno della lotta contro la violenza sulle donne. Per questo motivo tutti (autore, grafica, traduttori, punti vendita,...) hanno lavorato a titolo gratuito.

"Bellissima come una perla" è stato pubblicato (oltre che in italiano) in francese, inglese, svedese, indonesiano e albanese.

Graziella Cormio, che si è occupata della grafica, ha interpretato egregiamente lo spirito del racconto realizzando dei collages (o décollages) partendo da opere famose di Velasquez e di altri pittori di epoca barocca. In pratica ha preso ritratti di bellissime donne (tutte rigorosamente con perle) e le ha metaforicamente "sfigurate".

Racconto e immagini sono serviti da stimolo per dei laboratori che hanno coinvolto alcune scolaresche di Matera e di Bari.

 

Bellissima come una perla, attualmente introvabile in Ticino, è reperibile direttamente presso www.associazionetolba.org oppure sui siti di vendita  www.unilibro.it e www.libroco.it al prezzo di 10 euro.

 


  • Muro di vetro - edizioni Ulivo Balerna (2009)
 

Non rileggo mai i miei libri. Anche perché i libri non appartengono a chi li scrive, ma a chi li legge... Mi piace invece scrivermi addosso, sulla pelle; le parole formano tanti piccoli tatuaggi della memoria. L’effetto è quello di un bagno bollente. Ne esco svuotato e intontito. Un po’ come mi sento adesso. Col vino, intendo. Ma quanti bicchieri abbiamo bevuto?”

da “Ho perso Baudelaire – Muro di vetro

 



Tredici racconti, tredici personaggi. Quale filo invisibile può legare le storie di Maria, che ha trovato l'America a Genova, di Aline che ha cercato il mare, innanzitutto, dentro se stessa, o di Valerio ormai rinchiuso nel rumoroso silenzio di un ospedale psichiatrico? Cos'hanno in comune il vecchio Giosuè, il poeta che sputa le parole al mondo, e Marianna, la ragazzina aggrappata con le unghie ad una vita di carta velina?

In apparenza nulla, se non la monotonia della quotidianità, ingabbiata da molti perché e da ineluttabili sconfitte del destino. Eppure per loro, come per Thomas, presunto assassino, e gli altri, i sogni migliori sono rannicchiati appena oltre il muro di vetro della mente, in attesa di un riscatto forse possibile tra le pagine calde dell'anima.

 

Di Muro di vetro è stata anche prodotta una versione audiolibro per conto dell'UNITAS.

 


CD audiolibri

 

 Muro di vetro - racconti                              CD, 3 h e 21 min. letto da Franca Taddei

                                                                             Biblioteca Braille e del parlato - Tenero

 

 

Una linea sottile (omicidi quasi perfetti)         CD, 4 h e 2 min. letto da Anna Schürch

                                                                              Biblioteca Braille e del parlato - Tenero

 

 

L'ultima lettera - racconti                            CD, 3 h e 22 min. letto da vari lettori

                                                                             Biblioteca Braille e del parlato - Tenero

 

 

Senza voce                                                       CD, 0 h e 24 min. letto da Franca Taddei

                                                                             Biblioteca Braille e del parlato - Tenero

 

Il salto della lepre - romanzo                    CD, 5 h e 2 mim. letto da Flavia Butti

                                                                             Biblioteca Braille e del parlato - Tenero

 

 

Racconti su raccolte antologiche di AAVV

  • Il racconto "Un giallo, forse" è stato pubblicato sul volumetto Biblioteca 6 - Castelli di Carta 2008 da Edizioni Messaggi Brevi di Lugano per conto della Biblioteca Cantonale di Bellinzona.
  • Il racconto "Lo sguardo oltre" è stato pubblicato sulla piccola antologia Frontiere e oltre - Premio Antonio Fogazzaro 2009 da New Press Edizioni Como.
  • Il racconto "Viaggi di carta" è stato pubblicato sulla piccola antologia Viaggi immaginari Viaggi reali - Premio Antonio Fogazzaro 2010 da New Press Edizioni Como.
  • Il racconto "La Bella Addormentata" è stato pubblicato sul volume Piccola Storia dell'ASSI 1995-2010 da Associazione Scrittori Svizzera Italiana - 2013.
  • Il racconto "Il tassello mancante" è stato pubblicato sul volume Là dove sorridono le muse  (antologia di autori vari) da Edizioni Ulivo Balerna - 2014.
  • Il racconto "Ultima fermata" è stato pubblicato sul volume Passi, paesaggi, passeggeri... (antologia di autori vari) per CdA e Incipit Group da DB Print Roma - 2017


-------- Il racconto "La barchetta di carta" è stato pubblicato in sei puntate sul quotidiano LaRegione dal 14 al 19 settembre 2015.
















Contatto:

invia messaggio

(v. Pagina iniziale in basso)

Ultimo aggiornamento:

22 giugno 2018

 

Creato da Matteo Soldati